mènard philippe - compagnie non nova

giocoleria

La compagnia è composta da un duo di artisti con caratteristiche fisiche ben diverse tra di loro, che ricordano un po' le tipiche coppie comiche, il primo è infatti grande, grosso e forte, mentre l'altro è piccolo, leggero e debole. Uno potrebbe assomigliare a Frankenstein, massiccio e meccanico nei movimenti, ma che all'occasione diventa un dotato musicista, mentre l'altro, una specie di Buster Keaton della giocoleria, si nasconde minuto dietro il corpo del gigante. Il Frankenstein della situazione è Soit Guillaume, mentre il magrolino è Philippe Mènard, insolito personaggio, che quando entra in scena con la sua piccola valigia e il suo sobrio costume, fa anche pensare a Charlie Chaplin. Si presenta come un clown metafisico, che durante i suoi numeri perde le sue palline qua e là. Vuole presentarsi come un piccolo uomo disperso nelle grandi metropoli di oggi, la cui goffaggine non è altro che una copertura della sua fine destrezza, della sua folle scioltezza nell'arte della giocoleria. Gli spettacoli di Guillaume e Menard si ispirano molto al cinema muto dei primi anni del '900 e anche ai libri, in particolare in una loro performance inseriscono spunti tratti dal libro di Gerard Macè, L'Art sans paroles, in cui si trattano argomenti che vanno dalla pantomima, al cinema, al circo. I due artisti cercano quindi di illustrare a loro modo l'opera di questo autentico poeta e lo fanno accarezzando loro stessi l'ala della poesia.

Nome: Mènard Philippe - Compagnie Non Nova
Tipologia: Giocoleria
N° componenti: 2
Anno inizio attività:
Sede: Estero
Indirizzo: Vertou (Francia)
Telefono:
Email:
Web:

Ricerca

Nome o Iniziale da cercare:

Sede:

Cerca >>>

Mostra tutti gli Artisti